Calcio Politico
Benvenuto/a visitatore.
Per accedere ad alcune sezioni E PER POTER VISUALIZZARE TUTTI I LINK è necessario effettuare la registrazione al forum.
La invitiamo quindi a registrarsi e, se lo è già, ad effettuare il Log-in.
Buona Navigazione.
Cerca
Accedi

Ho dimenticato la password

Chi è in linea
In totale ci sono 4 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 45 il Gio Lug 05, 2012 5:58 am
Statistiche
Abbiamo 56 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Gina Pallina

I nostri membri hanno inviato un totale di 4040 messaggi in 3642 argomenti
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Parole chiave

Ultimi argomenti
» Aereo caduto: nemmeno un corpo intatto
Ven Mar 27, 2015 10:09 pm Da Antonio

» Clinica,Lubitz non in cura depressione
Ven Mar 27, 2015 10:09 pm Da Antonio

» Esplosione a Manhattan: due dispersi
Ven Mar 27, 2015 10:08 pm Da Antonio

» Bild, Lubitz era in crisi con fidanzata
Ven Mar 27, 2015 10:08 pm Da Antonio

» Lubitz quel giorno era 'in malattia'
Ven Mar 27, 2015 10:08 pm Da Antonio

» Borsa: Wall Street chiude in rialzo
Ven Mar 27, 2015 10:07 pm Da Antonio

» P.A: ritardi fattura digitale
Ven Mar 27, 2015 10:06 pm Da Antonio

» Poletti, Pil è inversione situazione
Ven Mar 27, 2015 10:06 pm Da Antonio

» Bankitalia:Guzzetti, interesse per quote
Ven Mar 27, 2015 10:06 pm Da Antonio

Facebook

Popieluszko - Non si può uccidere la speranza (2009)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

In corso Popieluszko - Non si può uccidere la speranza (2009)

Messaggio Da Antonio il Mar Nov 10, 2009 2:50 pm


Titolo originale: Popieluszko. Wolnosc jest w nas
Genere: Storico / Biografico / Drammatico
Durata: 149 min.
Data uscita nei cinema: 06/11/2009
Distributore: Rainieri Made S.r.l.
Produttore: Adam Woronowicz




Jerzy Popieluszko (qui interpretato da Adam Woronowicz) è un prete polacco, ucciso dal regime comunista nel 1984, in piena guerra fredda.

La sua figura era troppo ingombrante per i filosovietici che al tempo governavano la Polonia, anche perché Popieluszko fu un aperto sostenitore del movimento sindacale di ispirazione cattolica Solidarnos'c'.

Quando, poco dopo la prima visita da pontefice di Giovanni Paolo II, in Polonia cominciarono manifestazioni e scioperi contro il regime comunista e quest'ultimo proclamò la legge marziale, padre Popieluszko fu una delle poche voci ufficiali a sostenere la povera gente contro la repressione dei potenti e per questo fu condannato a morte dai governanti.

Sfuggito a un primo attentato che doveva passare per un incidente d'auto, fu poi rapito e massacrato di botte da tre agenti della polizia segreta.

_________________


Chi è causa del suo mal pianga sé stesso.
avatar
Antonio
Adminforum
Adminforum

Numero di messaggi : 3552
Data d'iscrizione : 01.09.09
Età : 23
Località : Morciano di Leuca

Vedi il profilo dell'utente http://calciopolitico.forumattivo.info

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum